Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 
Notizie  

La Giornata internazionale della Memoria

Immagine tratta dalla locandina del film

Il 28 gennaio, l'Università Statale di Milano celebra la Giornata internazionale della Memoria dedicata alle vittime dell'Olocausto (27 gennaio), con un convegno e la proiezione del documentario Memoria di Ruggero Gabbai (1997).

Convegno
Promosso dai dipartimenti di Diritto pubblico italiano e sovranazionale e di Studi storici dell'Università Statale, il convegno ripercorre la storia del regime fascista in Italia, dalla sua ascesa al potere al rapporto con la scienza e con la Chiesa cattolica, dall'origine e la promulgazione delle leggi antiebraiche nel 1938 agli antidoti posti dalla Costituzione repubblicana del secondo dopoguerra, fino alla posizione dell'allora Regia Università degli Studi di Milano tra applicazione delle leggi razziali, epurazione e continuità.

Interverranno, tra gli altri, gli storici Marco Cuzzi, Antonino De Francesco, Emanuele Edallo, Ivano Granata, Daniela Saresella e Paolo Zanini.

L'Italia ai tempi del ventennio fascista tra storia, scienza e diritto.
A ottant'anni dalla promulgazione delle leggi antiebraiche
.
Ore 9-18, Sala Napoleonica di via Sant’Antonio 12.

Proiezione e dibattito
Dalle ore 19 in aula Magna, con l’introduzione di Marilisa D'Amico, Lorenzo Lipparini e un messaggio video della senatrice a vita Liliana Segre, verrà proiettato il film documentario Memoria di Ruggero Gabbai (1997).
Scritto da Marcello Pezzetti e Liliana Picciotto, il film dà voce a 90 sopravvissuti al campo di sterminio di Auschwitz che raccontano la Shoah italiana.
Al termine, il regista dialogheràcon gli studenti e i docenti promotori e referenti di progetti e iniziative d'Ateneo in difesa del valore civile e umano della memoria, come Nando Dalla Chiesa, (Progetto Memoria), Emanuele Edallo, (Ma poi che cos'è un nome?), Giacomo Aresi, (Promemoria_Auschwitz) e Stefano Marrone (La Statale e le epurazioni). 

Memoria (1997) di Ruggero Gabbai.
Ore 19 in Aula Magna, via Festa del Perdono 7.
Ingresso libero con prenotazione.

28 gennaio 2019
Torna ad inizio pagina