Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 
Notizie  

Nuovi itinerari di storia moderna: presentazione e discussione di recenti ricerche

Nell’ambito della proposta didattica del Dottorato di ricerca in Studi storici, Stefano Levati organizza due giornate seminariali in cui studiosi e autori presenteranno e discuteranno nuove ricerche di Storia moderna.

Giovedì 12 dicembre 2019

Ore 10.30
Luigi Lorenzetti (Università della Svizzera italiana) e Patrizia Audenino (Università degli studi di Milano) presentano il libro di Stefania Bianchi, Uomini che partono. Scorci di storia della Svizzera italiana tra migrazione e vita quotidiana (secoli XVI-XIX), Casagrande 2018.

Ore 14.30 
Vittorio Criscuolo (Università degli studi di Milano) e Haim Burstin (Università Biccoca-Milano) presentano il libro di Maria Pia Donato, L’archivio del mondo. Quando Napoleone confiscò la storia, Roma, Laterza 2019.

Ore 16.30
Gianclaudio Civale (Università degli studi di Milano) e Emanuele Colombo (Università Cattolica del Sacro Cuore-Milano) presentano il libro di Maria Concetta Calabrese, Figli della città. Consoli genovesi a Messina in età moderna, Milano, FrancoAngeli 2019.

Venerdì 13 dicembre 2019

Ore 10.30
Giulia Guazzaloca (Università degli studi di Bologna), Manuela Albertone (Università degli studi di Torino) e Pedro Rujula (Universidad de Zaragoza) presentano il libro di Pierre Serna, L’Animale e la Repubblica. 1789-1802, all’origine dei diritti delle bestie, Mimesis 2019 (edizione originale Toulouse, Anacharsis 2016).

Ore 14.30 
Jean-François Chauvard (Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne) e Matteo Giuli (Università degli studi di Pisa) presentano il libro di Francesca Trivellato, Il commercio interculturale. La diaspora sefardita, Livorno e i traffici globali in età moderna, Roma, Viella, 2016 (edizione originale New Haven and London: Yale University Press 2009).

Presso l’aula Elena Brambilla del Dipartimento di Studi storici, Università degli Studi di Milano, via Festa del Perdono 7.

Ingresso libero e gratuito.

12 dicembre 2019
Torna ad inizio pagina