Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 
Notizie  

Parlare di storia, rivista on-line

Per iniziativa del Dipartimento di Studi storici e della Biblioteca dello stesso viene istituita Parlare di storia, rivista on-line riservata a contributi di studenti (triennalisti e biennalisti), giovani laureati e dottorandi.

Attraverso la compilazione di schede bibliografiche, recensioni, rendiconti, cronache è offerta l’opportunità di sperimentare concretamente il lavoro dello storico, acquisendo la capacità di selezionare e utilizzare correttamente le fonti, impadronirsi di un linguaggio rigoroso, confrontarsi con il dibattito storiografico più aggiornato. La compilazione di schede o recensioni abitua a cogliere gli elementi essenziali di un testo e a sintetizzarne il contenuto. E’ noto, ad esempio, che le prove di ammissione alle Scuole di giornalismo prevedono la stesura di testi di lunghezza predeterminata e la sintesi di saggi di ampie dimensioni.

Rivolta all’ambito cronologico che va dal medioevo all’età contemporanea, la rivista sarà coordinata, rispettivamente per i tre periodi, da Elisa Occhipinti (elisa.occhipinti@unimi.it), Marina Cavallera (marina.cavallera@unimi.it), Ivano Granata (ivano.granata@unimi.it), con la collaborazione di Davide Cadeddu (davide.cadeddu@unimi.it), Federico Del Tredici (federico.deltredici@unimi.it), Francesco Dendena (Francesco.dendena@unimi.it), Massimiliano Paniga (Massimiliano.paniga@unimi.it), Pietro Trincanato (Pietro.trincanato@unimi.it).

Nella fase di avvio l’iniziativa si rivolge in particolare agli studenti triennalisti con la presentazione di una lista di libri, tutti reperibili in Biblioteca, tra cui scegliere per redigere una scheda bibliografica di circa 3.000 battute.

Gli elaborati ritenuti validi saranno pubblicati.

Nel secondo semestre del corrente anno accademico, poi, verranno attivati due laboratori (rispettivamente riguardanti medioevo/età moderna ed età contemporanea), riservati a studenti delle lauree magistrali, quale avvio allo svolgimento della propria tesi di laurea. Attraverso la frequenza ad uno dei due laboratori e la stesura di una recensione di ampie dimensioni (il cui testo dovrà essere approvato per la pubblicazione sulla Rivista), si potranno acquisire 3 cfu.

Tutte le modalità relative saranno comunicate con largo anticipo attraverso il sito del Dipartimento.

24 novembre 2016
Torna ad inizio pagina