Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 
Notizie  

Scienza, Tecnologia, Diplomazia. Fonti e metodologia di una storia internazionale. L'Italia e il settore aerospaziale

L'Italia e il settore aerospaziale

Scienza e tecnologia sono diventati due settori strategici dell’azione esterna di uno Stato nel XX secolo, e i due conflitti mondiali hanno concorso tragicamente ad accelerarne l’ascesa. Fin dalla Prima Guerra mondiale, l’Italia ha giocato un suo ruolo affatto irrilevante a livello europeo e mondiale nel ritagliarsi innanzitutto uno spazio e in seguito nel consolidare una presenza fortemente scossa dal Secondo Conflitto mondiale. La Guerra fredda e il processo di integrazione europea hanno favorito gli obiettivi tecno-scientifici degli ambienti scientifici, industriali, diplomatici attenti all’importanza dell’innovazione come carattere primario dello sviluppo di un paese “moderno”. Alcuni politici hanno seguito e sostenuto questo movimento. A fronte di una storiografia internazionale che ha sviluppato diversi filoni di Storia della Scienza e della Tecnologia inoltrandosi nella seconda metà del ‘900, grazie anche ad alcuni storici italiani, il ruolo in politica estera di scienza e tecnologia si è accreditato come uno dei temi di frontiera tanto da partecipare all’attuale dibattito sulla Science Diplomacy. Quali gli obiettivi di ricerca da poter raggiungere, secondo quali metodologie e soprattutto, nello scenario archivistico italiano, grazie a quali fonti? Il settore dell’aeronautica e dell’esplorazione spaziale, dove anche dopo la crisi del 2007 l’Italia detiene un ruolo affatto trascurabile, ci fornisce alcuni esempi “storici”.

Nell’ambito del corso di Storia contemporanea di Mauro Elli, martedì 25 febbraio 2020 alle ore 16 in aula “Elena Brambilla”, David Burigana, professore associato di Storia delle relazioni internazionali nell’Università di Padova, terrà una lezione dal titolo Scienza, tecnologia, diplomazia. Fonti e metodologia di una storia internazionale. L'Italia e il settore aerospaziale.

Presenta Giulia Lami.

25 febbraio 2020
Torna ad inizio pagina