Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 

Paolo Grillo  

Paolo Grillo

Professore Associato di Storia Medievale

Ha conseguito il dottorato di ricerca presso l’Università di Firenze. Ha svolto periodi di insegnamento presso l’École Normale Superieure di Parigi e presso l’Université de Paris IV, Sorbonne. È membro del comitato di redazione delle riviste “Società e storia” e “Études angevins”. È membro del collegio dei docenti del Dottorato in Storia, cultura e teorie della società e delle istituzioni dell’Università degli Studi di Milano, del Centro interuniversitario di studi “Le polizie e il controllo del territorio” (CEPOC) e “Esperto della materia” per il Ministero dell’Istruzione del Canton Ticino.

Interessi di ricerca

Si occupa della storia sociale e politica delle città italiane nei secoli XII-XIV, con particolare attenzione al momento di passaggio dal Comune alla Signoria e alla “crisi del primo Trecento”. Studia inoltre la storia militare del basso Medioevo in Italia.

Associate Professor of Medieval History

He has obtained a Ph.D. from the University of Florence. He has been teaching at the École Normale Superieure in Paris and at the Université de Paris IV, Sorbonne. He is a member of the editorial committee of "Società e storia" and "Études angevins". He is also a member of the College of the PhD school in "History, Culture and theories of Society and Institutions" of the University of Milan, of the Interuniversity Centre of Studies "Le polizie e il controllo del territorio" (CEPOC) and an "Expert of Matter” for the Ministry of Education of the Canton Ticino.

Research interests

He studies the social and political history of Italian cities in the XIIth - XIVth Centuries, especially the transition from the Commune to the Signoria and the "Early XIVth Century crisis”. He also studies the military history of the Late Middle Ages in Italy.

Notizie  
La congiuntura del primo Trecento in Lombardia / a cura di P. Grillo e F. Menant

La congiuntura del primo Trecento in Lombardia / a cura di P. Grillo e F. Menant

I decenni che precedettero la terribile epidemia di “Peste Nera” del 1348 in Europa sono stati a lungo presentati univocamente come un periodo di gravi difficoltà, dovute all'instabilità politica e, soprattutto, all'eccessiva crescita della popolazione rispetto alle risorse agricole, il cui aumento era frenato dalle scarse tecnologie disponibili

30 maggio 2019
RSS
Torna ad inizio pagina