Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 

Discriminazione  

Discriminazione e marginalità, da un lato, integrazione e inclusione, dall’altro, sono termini che definiscono un ampio universo di condizioni sociali, di segmenti della popolazione, e di fenomeni attestati in ogni età della Storia. Il loro studio costituisce, come anticipato, una caratteristica distintiva del Dipartimento di studi storici, e la conoscenza del loro sviluppo e delle loro dinamiche sotto il profilo storico una premessa necessaria alla maturazione di una consapevolezza specifica, base imprescindibile per contrastare le prime e per favorire le seconde.

Discriminazione

La discriminazione si configura come una diversità di comportamento e di riconoscimento di diritti nei confronti di singoli o gruppi sulla base di “pregiudizi” di natura politica, etnica, razziale, religiosa, anagrafica, economica e di genere; diversità di comportamento o di riconoscimento di diritti che comporta limitazione degli stessi nei riguardi di persone con tali determinate caratteristiche.

Si indagano gli strumenti attraverso cui la discriminazione si afferma e si consolida e i veicoli della sua diffusione, dall’emanazione di leggi che limitano la capacità delle persone alla mancata tutela giuridica di determinati segmenti sociali, all’uso discriminatorio della lingua (le donne per l’età medievale)

Gli interessi scientifici del Dipartimento vertono in special modo sulla discriminazione nei confronti degli immigrati (per l’età antica, bassomedievale e contemporanea), nei confronti delle donne (età antica, medievale e contemporanea), nei confronti degli Ebrei (dall’età medievale alla contemporaneità). Si studia la discriminazione nei confronti dei e delle “dissidenti religiosi/e”, l’eresia di uomini e donne, da Giordano Bruno a Guglielma - erroneamente nota come “la Boema” -, dalle predicatrici apostoliche medievali alle valdesi dell’età contemporanea; schiave e schiavi nell’età ellenistica e romana e nel Basso Medioevo, da una prospettiva di genere ma anche economica. Si studia la discriminazione anagrafica nei confronti di bambini e minori in genere per i secoli XIX  e XX.

 

Iniziative e notizie sulla discriminazione  

Per una Università inclusiva contro ogni discriminazione

Incontro di presentazione del progetto Unimi Inclusiva, venerdì 14 maggio 2021 alle ore 12 su Zoom. Con Beatrice Del Bo, Monica Barsi, Marina Brambilla, Marilisa D'Amico, Stefania Leone e le studentesse Valentina Carlone, Marta Caramanti e Sara Di Giovanni

14 maggio 2021
Perry Willson

Gender in Fascist Italy

Venerdì 26 marzo 2021, Perry Willson concluderà il ciclo di seminari del Dottorato: "I totalitarismi nel XX secolo". Partecipano al dibattito finale Claudia Baldoli e Michela Minesso

26 marzo 2021

Negotiating Coexistence and Exclusion

Germano Maifreda sarà Visiting professor presso il Department of Italian Studies della New York University tra settembre e ottobre 2017

14 settembre 2017
RSS
Torna ad inizio pagina