Logo Università degli Studi di Milano


Dipartimento di

 
 
Notizie  

La peste e l'Italia del Trecento: considerazioni sul valore periodizzante dell'epidemia

Storia medievale: metodi e ricerche

La pandemia nota come Peste Nera, abbattutasi sul continente europeo a partire dal 1347, vive da tempo in una sorta di paradosso storiografico. Da un lato, infatti, è certamente un evento periodizzante da cui partono molti discorsi di lungo periodo, su tutti quello demografico, ma anche quello economico-sociale fra tardo Medioevo ed età moderna; dall'altro il suo posto all'interno della cosiddetta crisi del Trecento è in genere abbastanza marginale, non di rado considerato come secondario o ininfluente rispetto a fenomeni di più ampia portata, diversi a seconda degli orientamenti storiografici.

E’ il tema che verrà affrontato da Alberto Luongo, Università per stranieri di Siena, nel primo seminario del ciclo “Storia medievale: metodi e ricerche” organizzato da Maddalena Moglia, Fabrizio Pagnoni e Giacomo Vignodelli.

Il seminario proporrà una riflessione sulla questione del ruolo periodizzante della malattia e delle sue conseguenze, con particolare riferimento all'Italia del Trecento, un'area e un secolo che sono state oggetto di attenzione in questo senso in maniera discontinua.

Giovedì 27 gennaio 2022 dalle ore 16. L’incontro si terrà da remoto; per ottenere il link, scrivere agli organizzatori.

Il prossimo incontro:

24 febbraio 2022
Paolo Tomei
(Università di Pisa)
Ritorno a Maleo. Forme della parentela e caratteri dell’azione aristocratica nella Lombardia tra X e XI secolo

27 gennaio 2022
Torna ad inizio pagina